BodyLine
IT Benvenuto su Bodyline Forum!

La registrazione non è necessaria per leggere i messaggi del forum. Però, qualora si vorrà inserire un proprio messaggio o rispondere ad altri, ci si dovrà registrare.
------------------------------------------------------------------------

EN Welcome to Bodyline Forum!

Registration is not necessary to read the posts on the forum. However, if you'll want to enter your own message or reply to others, you must register.

Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» Jet privato si schianta sopra una casa a Akron, in Ohio
Mer Nov 11, 2015 10:59 pm Da Luca

» Powerlifting Motivation 2015
Lun Ago 31, 2015 10:52 am Da Luca

» Phil Heath Back Workout - Journey to Olympia 2015
Dom Giu 21, 2015 3:55 pm Da Luca

» Jay Cutler Legs Workout
Dom Giu 21, 2015 11:42 am Da Luca

» Arnold Schwarzenegger - Olympia Bodybuilding motivation 2015
Dom Giu 21, 2015 11:31 am Da Luca

» Dancing Bodybuilder Tricky Jackson
Dom Giu 14, 2015 6:09 pm Da Luca

» Roger, il canguro body Builder
Dom Giu 14, 2015 4:17 pm Da Luca

» Ciclista - 23 anni muore travolto da un'auto
Dom Giu 14, 2015 4:03 pm Da Luca

» Carolina Kostner e Alex Schwazer
Dom Giu 14, 2015 3:59 pm Da Luca

» La Francia chiude le frontiere
Dom Giu 14, 2015 3:55 pm Da Luca

I postatori più attivi del mese

LINK PARTNERS AFFILIATI
Sostienici con un Click!

Tim Cook avrebbe potuto salvare Steve Jobs

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Tim Cook avrebbe potuto salvare Steve Jobs

Messaggio Da Luca il Dom Mar 15, 2015 1:09 am

Dalla morte di Steve Jobs, avvenuta nel 2011, i retroscena sulla sua vita sono stati resi noti da libri, film e aneddoti. Nella biografia "Becoming Steve Jobs", in uscita il prossimo 24 marzo in America, viene svelato un lato ancora inedito della vita del fondatore di Apple, un aspetto che chiarisce quanto fosse davvero stretto il legame tra lui e il suo successore Tim Cook.



Quando Jobs decise di sottoporsi al trapianto di fegato per combattere il tumore diagnosticatogli nel 2003, Cook si offrì di donare parte del suo fegato all'amico malato. L'oggi ceo di Apple, entrato al comando nell'agosto del 2011, ha lo stesso gruppo sanguigno del suo predecessore: nel libro non viene specificato il tipo di sangue, lo si definisce solo molto raro.

L'operazione avrebbe richiesto solo una parte dell'organo. In un caso di donazione di fegato, si può donare fino all'80% della massa. Questa ricresce per intero e dopo qualche mese l'organo torna alla dimensione originale. Ma, nonostante questo, Jobs respinse l'offerta e si arrabbiò molto. "Nei 13 anni che ci conoscevamo, Steve mi ha urlato contro quattro-cinque volte, e questa è stata una di quelle volte". Il tumore che aveva colpito Jobs aveva colpito le cellule neuroendocrine pancreatiche: la diagnosi era arrivata nel 2003. Per evitare l'operazione, il fondatore di Apple si curò cambiando la sua dieta, ma nel 2009 accettò il trapianto. Questo gli valse altri due anni di vita: si spense il 5 ottobre de 2011, a soli 56 anni.

Nella biografia, scritta da Rick Tetzeli e Brent Schlachter, sono state raccolte molte testimonianze come quella della vedova Laurene Powell e Robert Ige, ceo Disney. Inoltre è emerso che Jobs avesse delle mire su Yahoo!, testa di ponte ideale per fare concorrenza a Google nel campo delle ricerche web.

_________________
No Pain No Gain Indiavolato
avatar
Luca
CEO - Fondatore Bodyline
CEO - Fondatore Bodyline

Messaggi : 280
Crediti : 2381
Reputazione : 8
Data d'iscrizione : 29.01.15
Età : 21
Località : Calabria

Visualizza il profilo http://bodyline.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum